Cos’è l’arte romanica?

L’arte romanica ebbe luogo tra l’XI, il XII e parte del XIII secolo. Fu il primo stile artistico definito come cristiano ed europeo che riuniva le diverse caratteristiche utilizzate nell’alto medioevo. È riuscito a creare un linguaggio unico applicabile a tutte le forme successive di espressione artistica, ma non è il prodotto di una sola nazionalità o regione. L’arte romanica apparve gradualmente in Spagna, Francia, Italia e Germania, e ha le sue peculiarità in ciascuno dei paesi perché emerse simultaneamente

Le sue origini sono il risultato della crescita economica, del pellegrinaggio e del rinnovamento spirituale con l’espansione degli ordini religiosi, che insieme ispirarono la costruzione di numerosi edifici e chiese. L’arte romanica è, in breve, un’arte dottrinale che mescola correnti molto diverse e riflette i chiari valori della nuova società feudale, il sistema politico prevalente nell’Europa occidentale nei secoli centrali del Medioevo.

Qual è la relazione tra l’arte romanica e il Cammino di Santiago?

Il Cammino di Santiago ha un enorme patrimonio storico, culturale e artistico. Durante i secoli, milioni di pellegrini hanno lasciato le loro impronte lungo i diversi itinerari che portano alla capitale galiziana, essendo il Cammino Francese uno dei più frequentati e importanti dell’Occidente.

A causa della sua imponente eredità, i movimenti che si sono sviluppati in Europa sono stati impressi con tutti i tipi di opere civili, religiose e militari. E non c’è dubbio che l’arte romanica è uno dei principali esponenti del Cammino di Santiago. È una corrente artistica che attraversa diverse province spagnole attraverso la via francese, dove troviamo costruzioni e monumenti di questo stile architettonico.

Scopriamo l’arte puramente romanica nella parte settentrionale della penisola iberica solo grazie al pellegrinaggio, che ha nel Cammino Francese il suo massimo esempio. Secoli dopo questo modello artistico fu promosso verso il sud, ma in questi casi si fuse con altri tipi di stili come il gotico e il mudéjar.

Architettura romanica sulla cammino Francese

Il Cammino Francese è, senza dubbio, uno dei percorsi più famosi e popolari del Cammino di Santiago per il suo privilegio storico di andare da Roncisvalle alla stessa Cattedrale di Santiago. Le sue tracce risalgono al IX secolo, poco dopo la scoperta dei resti dell’Apostolo, e tra queste troviamo luoghi iconici che accolgono una delle correnti artistiche predominanti nell’Europa occidentale durante i secoli XI e XII e parte del XIII.

In tutta la via francese si manifestano caratteristiche di grande valore artistico e architettonico. I pellegrini possono scoprire attraverso gli aspri Pirenei, i villaggi fortificati della Navarra, la regione vinicola di La Rioja, il duro e silenzioso altopiano castigliano o la verde Galizia, innumerevoli esempi della migliore arte romanica sul Camino de Santiago.

La Catalogna è la culla di uno dei primi modelli di arte romanica in Spagna. A poco a poco la corrente artistica si diffuse in tutta la penisola fino a raggiungere Santiago de Compostela. La via francese ha un gran numero di esempi di questo stile nelle sue diverse fasi. Dall’Aragona alla Galizia, queste sono le principali costruzioni con una chiara influenza dell’espansione dell’arte romanica in Spagna.

Arte romanica in Aragona

L’itinerario francese attraverso l’Aragona entra nel nord della penisola attraverso i Pirenei e passa per diverse tappe, tra le quali è impossibile non menzionare la Cattedrale di Jaca come massimo esponente dell’arte romanica della regione. Il monastero di San Juan de la Peña, da parte sua, è uno dei monumenti più importanti della provincia di Huesca.

Arte romanica in Navarra

La Navarra è uno dei punti d’incontro dei pellegrini che arrivano dalla Francia e dall’Europa centrale. Durante le 7 tappe che percorrono l’Itinerario Francese della Navarra, in tutta la comunità ci sono eccezionali rappresentanti di questo movimento artistico, come la Cattedrale di Pamplona, il Ponte della Regina, la Chiesa di San Pedro de la Rúa, il Palazzo dei Re o Nostra Signora di Rocamador.

Arte romanica ne La Rioja

Seguendo il Cammino Francese, i pellegrini raggiungono La Rioja, una provincia dove si trovano anche alcune delle migliori architetture romaniche. Il Monastero di Santa María la Real a Nájera, la Cattedrale di Santo Domingo de la Calzada e la Chiesa di San Bartolomé sono i maggiori esponenti di questa corrente artistica.

Arte romanica in Castilla y León

A nord del Portogallo e a est della Galizia, scopriamo Castilla y León. La provincia è una delle città più importanti perché attraversa la Vía de la Plata, ma anche perché possiede alcune opere d’arte romanica di grande valore come la Basilica di San Isidoro, il Monastero di San Juan de Ortega o la Chiesa di San Martín de Tours

Arte romanica in Galizia

Il miglior esempio di arte romanica è senza dubbio la Cattedrale di Santiago de Compostela. I pellegrini camminano a lungo per raggiungere una delle cattedrali più belle del mondo, ma passano anche per altri punti di interesse legati allo stile, come la Collegiata di Santa María del Sar o la Chiesa di Santa Mariña de Sarria.

Leggi anche:

error: Il contenuto è protetto e non puoi copiarlo. Se sei interessato a un contenuto contattami.