Chiesa di San Martín de Frómista: uno dei gioielli romanici del Cammino di Santiago di Compostela

La chiesa di San Martín de Frómista, di aspetto tipicamente romanico, risale al XI secolo ed è una delle costruzioni più rappresentative della provincia di Palencia. La chiesa di San Martín de Tours è legata alla cattedrale di Jaca, anch’essa sul Cammino di Santiago.

Questa costruzione religiosa, con pianta basilicale, è una delle poche costruzioni romaniche complete o dinastiche in Spagna e ha le sue origini nel monastero benedettino di San Martín, fondato da Doña Mayor, contessa di Castiglia e regina di Navarra, nel 1066 (la chiesa sarebbe stata costruita alcuni anni dopo come parte di quel complesso).

La chiesa di San Martín de Frómista è l’apice dell’arte romanica del XI secolo in Spagna insieme alla Cattedrale di Santiago de Compostela (che mescola il romanico con il gotico e il barocco), la Basilica di San Isidoro de León e la Cattedrale di San Juan de Jaca.

Trovata in uno stato rovinoso alla fine del XIX secolo, la chiesa fu ricostruita dopo essere stata riconosciuta come Monumento Nazionale nel 1894; i lavori furono eseguiti dall’architetto Manuel Aníbal Álvarez Amoroso, ricostruendo alcune parti mancanti, con l’intenzione di riportare il tempio ad uno stato molto simile all’originale.

Se sei sul Camino de Santiago e vuoi visitare questo gioiello romanico, la chiesa di San Martín de Frómista si trova nella tappa Hontanás – Frómista del Cammino Francese.

Leggi anche:

error: Il contenuto è protetto e non puoi copiarlo. Se sei interessato a un contenuto contattami.