Come organizzare il cammino di Santiago a piedi

Cominciare ad organizzare il cammino di Santiago

 

 

 

 

 

 

 

La preparazione del Cammino di Santiago non sempre è necessaria. Dipende molto da persona a persona. La mia esperienza del mio primo cammino è stato totalmente a caso.

Ebbene sì. Dal momento in cui ho deciso di partire a quando sono salito sul volo per Zaragoza è passato poco meno di un mese. Chiaramente non è questione di tempistiche; infatti avevo la possibilità di liberarmi da impegni lavorativi in qualsiasi momento e per questo è passato poco tempo dalla decisione di partire per il cammino di Santiago all’effettiva partenza.

L’unica cosa che pianificai fu l’hotel a Zaragoza per trascorrere la prima notte e l’ostello a Logrono (che raggiunsi in treno la mattina seguente all’arrivo in aereo a Zaragoza) per la seconda notte.

La terza notte partii per il cammino vero e proprio da Logrono con una guida in pdf nel telefono per rendermi conto delle distanze tra le tappe e avere dei punti di riferimento per gli ostelli. Scelsi Logrono come punto di partenza del mio cammino perché calcolai di avere a disposizione un totale di 26 giorni che mi permisero di arrivare a piedi anche a Muxia e Finisterre (quest’ultimo era per me la fine del cammino).

Dopo questa premessa, considerando di avere la necessità di prepararsi per bene per il cammino, se hai bisogno di avere consigli su come organizzare il cammino di Santiago a piedi, sei arrivato nel posto giusto.

In queste pagine cercherò di darti tutte le informazioni necessarie affinché i tuoi dubbi e le tue perplessità svaniscano e la tua voglia di partire per il cammino di Santiago sia la sola sensazione dentro di te.

Per organizzare il proprio Cammino di Santiago a piedi, per prima cosa occorre valutare il tempo a disposizione, il periodo migliore e scegliere quale via da percorrere per raggiungere la cattedrale di Santiago de Compostela.

Ci sono vari itinerari da poter intraprendere e se non si ha tempo a sufficienza per partire dai luoghi considerati di inizio del cammino, è necessario decidere se cominciare dal principio per poi riprendere in un momento successivo, oppure arrivare a Santiago effettuando le ultime tappe in base ai giorni a disposizione. Considera che solitamente dovrai prenotare un volo di sola andata per un aeroporto e un volo di ritorno partendo da Santiago!

Personalmente, mi sentirei di consigliare, per le persone che non hanno tempo, di partire dall’inizio e farne un pezzo ogni volta che si ha la possibilità, piuttosto che raggiungere Santiago camminando le ultime tappe. Ma questa è una pura decisione personale.

Una volta definito ciò, è ora di organizzare il cammino di Santiago partendo dal conoscere un po’ la storia del cammino e poi attrezzatura necessaria, il volo per raggiungere la destinazione di partenza del cammino ed organizzare il rientro in Italia una volta raggiunta Santiago.

Assolutamente da non trascurare la possibilità, una volta raggiunto Santiago, di proseguire per il cammino di Muxia e Finisterre. 

Ma andiamo con ordine cominciando a scegliere quale cammino fare!

Scegliere quale cammino per Santiago percorrere

Eccoci. Il primo passo è stato fatto. Hai deciso di partire per questa fantastica avventura per Santiago! Oppure ancora no? Spero che tra queste pagine troverai la tranquillità per convincerti una volta per tutto a mettere zaino in spalla e partire.

Ora non ti resta che decidere quale dei tanti cammini per Santiago percorrere. Il più battuto è decisamente il cammino Francese.

Ma non esiste solamente il cammino Francese! Per aiutarti nella scelta puoi andare alla pagina dedicata su tutti i cammini per Santiago.

Organizzare il viaggio in aereo per cominciare il tuo cammino

I voli in partenza dall’Italia per la Spagna sono davvero molti e molto economici. Tutto dipenderà da quale cammino hai deciso di intraprendere, dal momento che esistono tantissimi cammini che conducono a Santiago!

Per aiutarti a rispondere alla domanda “Come organizzare il cammino di Santiago a piedi?“, ho creato anche una pagina dedicata su come raggiungere Saint Jean Pied de Port (l’inizio del cammino Francese) e altre località in base a quale cammino vuoi percorrere.

Se quindi hai già deciso quale cammino fare, passa subito alla pagina dedicata su come raggiungere la Spagna in aereo per il cammino di Santiago.

L’equipaggiamento necessario per il Cammino di Santiago

Una volta che hai deciso quale sarà il tuo cammino alla volta di Santiago de Compostela e pianificato il volo ed i collegamenti interni in Spagna per raggiungere il tuo punto di partenza, è ora di pensare a tutto ciò che serve per partire in tutta sicurezza per il tuo cammino di Santiago. 

Per aiutarti a conoscere come organizzare il cammino di Santiago a piedi e preparare lo zaino (per prima cosa ovviamente dovrai anche  lo zaino giusto, ma ti aiuterò anche in questo), ho creato una pagina dedicata con tutte le informazioni e l’equipaggiamento necessario in  base alle mie esperienze di cammino e in base anche ai consigli ricevuti dai pellegrini veterani incontrati lungo i sentieri che conducono a Santiago.

Cominciamo quindi a vedere tutte le cose necessarie, ma anche inutili da portare sul cammino di Santiago!

Domande e risposte e informazioni utili sul Cammino di Santiago

Deciso quale sarà il tuo cammino per Santiago, scelto il volo e preparata tutta l’attrezzatura come ti ho consigliato nella pagina riguardo le cose da portare sul cammino di Santiago, ci sono altre cose da sapere prima di intraprendere questo viaggio.

Dovresti sapere per esempio che ti servirà la credenziale del pellegrino sia per poter dormire negli albergues lungo il cammino, sia per poter ottenere la Compostela al tuo arrivo a Santiago.

Per avere tutte le informazioni necessarie, ho creato la pagina Domande e risposte sul Cammino di Santiagocon all’interno tutte le informazioni utili e le curiosità in ordine di importanza per poter partire con tutto ciò che serve.

Hai qualche suggerimento o desideri portare la tua esperienza? Lasciami un commento!

error: Il contenuto è protetto e non puoi copiarlo. Se sei interessato a un contenuto contattami.