Ogni pellegrino è libero di fare il Cammino di Santiago come e con chi vuole (purché rispetti gli altri) e la verità è che tutte le compagnie sono ugualmente valide per percorrere la via giacobina. Sia in gruppo, con un amico o un parente, con il nostro partner o semplicemente da soli, il Cammino ci accoglie a braccia aperte, anche se l’esperienza assume diverse sfumature. Come infatti più volte ho risposto a molte persone, personalmente consiglio sempre di partire da soli.

In molte occasioni infatti ho già parlato dei vantaggi di fare il Cammino da soli, ma oggi voglio parlare dei benefici che troverete se deciderete di fare il Cammino di Santiago in coppia.

Il Cammino di Santiago è un’esperienza completamente diversa da qualsiasi viaggio convenzionale che si possa organizzare con il proprio partner; è un’avventura in cui si trascorreranno molte ore e giorni (o anche settimane) insieme e in un certo senso vi aiuterà a conoscervi ancora meglio.

Ci sono diverse buone ragioni per confidare che il Cammino di Santiago vi avvicinerà al vostro partner. Eccone alcune

  1. Insieme supererete i vostri limiti
    Il Cammino di Santiago ha un potere speciale per unire i legami tra le persone, specialmente con coloro con cui lo si percorre dall’inizio alla fine, con coloro con cui si lascia casa. Per molti di noi, percorrerlo significa abbandonare la nostra zona di comfort ed essere esposti a condizioni a cui non siamo affatto abituati. Lo sforzo fisico, il tempo, le ferite e gli infortuni, e in generale le situazioni inusuali a cui il Cammino ci espone a volte ci portano al limite come persone, tuttavia, percorrendolo in coppia abbiamo la possibilità di appoggiarci all’altra persona, aiutarci a superare e scoprire insieme un’altra parte di noi che forse non conoscevamo.
  2. Vi conoscerete nella buona e nella cattiva sorte
    Molti sono d’accordo sul fatto che il Cammino di Santiago è uno strumento molto utile per mettersi alla prova prima di fare un passo più importante in una relazione, come decidere di vivere insieme condividendo una casa. Il motivo è che se si decide di fare il Cammino con il proprio partner, non si ha altra scelta che condividere lo stesso tempo e lo stesso spazio 24 ore su 24, un momento perfetto per conoscersi meglio e mettersi alla prova, sia nei momenti buoni che in quelli cattivi. Il Cammino di Santiago ci metterà talvolta di fronte a problemi, dibattiti e crocevia perfetti per mettere alla prova le persone, un’occasione perfetta per mostrare rispetto, tolleranza ed empatia (o l’assenza di queste virtù). Il risultato di questa “prova” che la nostra vita può esserci molto utile per trarre conclusioni e prendere decisioni per il futuro.
  1. Recupererai il tempo per parlare davvero
    Con la vita legata a orari, obblighi e routine che molti di noi hanno, sempre lontano da casa, non sempre abbiamo la possibilità di godere della compagnia del nostro partner. La fretta e la responsabilità ci lasciano poco tempo per vivere davvero insieme, ecco perché è così importante approfittare del tempo libero, dei giorni di vacanza, per recuperare il tempo perduto e il Cammino di Santiago è perfetto per questo. Camminare con la persona più importante del proprio ambiente è perfetto per conoscersi di nuovo, rafforzare i legami che sono stati indeboliti dall’usura del tempo e aiutarsi a sfogarsi a vicenda. Una delle migliori virtù che il Cammino di Santiago aiuta a coltivare come nessun altro è il saper ascoltare (cosa che è sempre più in disuso); praticatelo e sarete ricompensati.
  2. Vivrete un’esperienza da ricordare sempre
    Infine, ma non meno importante, dovete ricordare che il Cammino di Santiago è un’esperienza diversa da quella a cui siete probabilmente abituati. Può essere la boccata d’aria fresca di cui avete bisogno con il vostro partner per uscire dalla routine e affrontare la sfida di provare nuove avventure. È vero che bisogna prepararsi fisicamente in anticipo e che si tratta di pianificare il percorso che si intende intraprendere, ma la verità è che alla fine nessuno si pente di aver fatto quel passo. Il Cammino di Santiago è coinvolgente, e se l’esperienza è radicata nel vostro spirito, è molto probabile che diventi una destinazione regolare per voi, il vostro luogo di ritiro e di disconnessione personale.