Puente la Reina

Puente la Reina è una cittadina pittoresca situata nella regione della Navarra, nel nord della Spagna. Il nome, che in spagnolo significa “Ponte della Regina“, deriva dal suo imponente ponte medievale che attraversa il fiume Arga. Questo ponte è stato costruito nel XII secolo per facilitare il passaggio dei pellegrini che percorrevano il Cammino di Santiago, una delle più antiche e famose rotte di pellegrinaggio in Europa.

Il ponte romanico di Puente la Reina è uno degli esempi più interessanti di architettura civile del Cammino di Santiago di Navarra e il punto di incontro tra il cammino Francese e il Cammino Aragonese che parte da Somport. Sotto di esso scorre il fiume Arga

La cittadina di Puente la Reina è ricca di storia e di bellezze architettoniche. Oltre al famoso ponte, ci sono numerose chiese e edifici storici che risalgono al Medioevo. La chiesa di Santiago, ad esempio, è un magnifico esempio di architettura romanica, mentre la chiesa del Crucifijo è nota per ospitare un raro crocifisso a due braccia.

Passeggiando per le strade acciottolate di Puente la Reina, i visitatori possono immergersi in un’atmosfera che sembra quasi essersi fermata nel tempo. Le case in pietra, le stradine strette e i piccoli negozi artigianali contribuiscono a creare un ambiente accogliente e suggestivo.

Oltre alla sua ricchezza storica e culturale, Puente la Reina è anche un luogo apprezzato per la sua bellezza naturale. La cittadina è circondata da colline e campi coltivati, e il fiume Arga offre splendide vedute e angoli tranquilli dove rilassarsi.

Il Cammino di Santiago ha contribuito a rendere Puente la Reina una meta turistica popolare. Ogni anno, migliaia di pellegrini da tutto il mondo attraversano la cittadina per proseguire il loro viaggio verso Santiago di Compostela. Questo flusso costante di visitatori ha contribuito a mantenere vive le tradizioni e la cultura locale, facendo di Puente la Reina un luogo unico e affascinante.

ponte puente la reina

Storia del ponte di Puente la Reina

Questo ponte sul fiume Arga fu costruito nell’XI secolo, apparentemente su iniziativa di una regina, Doña Mayor de Castilla, moglie di Sancho el Mayor, o Doña Estefanía, moglie di García Nájera. L’obbiettivo era quello di facilitare i pellegrini del Cammino di Santiago a lasciare la città dopo aver attraversato la Rúa Mayor.

Il ponte di Puente la Reina ha 7 archi semicircolari, il più orientale del sottosuolo, lungo 110 metri. Tra gli archi ci sono piccoli archi, come bocchette, che alleggeriscono la struttura e permettono all’acqua di scorrere quando il fiume cresce. In origine aveva 3 torri difensive, due alle sue estremità e una centrale, dove si trovava l‘immagine rinascimentale della Vergine di Puy o Txori.

Attorno a questa vergine c’è una leggenda che narra che l’immagine fu visitata da un uccellino (“txori” in basco), che si prese cura di lei e la curò togliendole le ragnatele dalle ali e lavandole il viso con l’acqua che raccoglieva nell’Arga. Si dice che il giorno in cui apparve il “txori”, le campane suonavano e si celebravano feste religiose.

Se andate al ponte non troverete l’immagine della vergine, poiché nel 1843 fu trasferita nella chiesa di San Pedro situata vicino al fiume.

Questa chiesa merita una visita , notevole per le sue pale d’altare, così come l’avvicinamento alla chiesa di Santiago el Mayor, che ha un bel portale romanico di influenza mozarabica e all’interno ospita un’apprezzata immagine gotica dell’apostolo Santiago.

I portoni di Puente la Reina

Un altro aspetto interessante di questa cittadina lungo il cammino di Santiago sono sicuramente i suoi portoni che potete vedere lungo le stradine.

Personalmente mi hanno colpito molto per la loro varietà e per la particolarità delle loro maniglie. Eccone alcuni: