Cammino di Santiago, chiusura invernale Col del Leopeder: la prima tappa alternativa
ottobre 18, 2018
Prima tappa SPDP-Roncesvalles, chiuso dal 1 novembre al 31 marzo il Col de Lepoeder
ottobre 29, 2018

La capitale di Burgos ospita la mostra iconografica “Santiago. El peregrino de Burgos‘, che può essere visitato nelle chiese di La Real e Antigua de Gamonal, fino a metà dicembre, e San Gil, dal 16 dicembre a febbraio.

Si tratta di una mostra itinerante organizzata in occasione del venticinquesimo anniversario della dichiarazione del Cammino di Santiago come patrimonio mondiale dell’UNESCO e fa parte delle celebrazioni promosse in occasione dell’ottavo centenario della posa della prima pietra della Cattedrale di Santa Maria nel 2021.

La mostra è stata inaugurata questo venerdì nella Chiesa Reale e Vecchia del quartiere Gamonal, dove si sono trasferiti i membri della fondazione “VIII Centenario della Cattedrale”. Burgos 2021″, nonché rappresentanti politici e sociali della città, tra cui il sindaco Javier Lacalle.

La mostra si propone di dare particolare risalto alla figura del pellegrino, per cui la sua apertura è stata collocata nel quartiere di Gamonal, dove si accede alla città dalla Via Giacobina, per poi spostarsi alla chiesa di San Gil, situata proprio nell’itinerario del Camino.

Leggi anche  12 curiosità sul cammino di Santiago che forse non conosci

Si tratta di opere della diocesi di Burgos, principalmente legate a Santiago Apóstol, pannelli esplicativi, fotografie di monumenti lungo il percorso Jacobeo e testi per ciascuno dei diversi spazi, che includono anche messaggi religiosi.

Inoltre, si presenta come proposta della stessa Diocesi di Burgos e del suo legame con il Cammino di Santiago e si configura come un viaggio attraverso la vita, che viene mostrato attraverso una serie di capitoli chiaramente differenziati.

Capitoli

La prima sezione si riferisce alla nascita e accoglie il pellegrino in città dopo aver già percorso una parte del Cammino, mentre la seconda è legata alle difficoltà del Cammino stesso, facendo un parallelo con l’itinerario vitale.

La mostra prosegue con un capitolo dedicato alla scoperta della luce in cui si fa riferimento al monastero di San Juan de Ortega, al quale ogni solstizio di primavera e autunno numerose persone vengono a vedere come la luce entra nel monumento che illumina in modo momentaneo la capitale della “Nascita di Cristo”.

Leggi anche  Come stanno distruggendo l'antico percorso del Cammino di Santiago

La mostra prosegue con un capitolo dedicato alla pienezza della vita, in cui l’arrivo dei pellegrini a Burgos è associato alla sensazione di aver quasi raggiunto la meta, e continua con un altro dedicato alla serata della vita, in cui il pellegrino si guarda indietro per vedere la strada percorsa.

La mostra si conclude con una sezione dedicata al passaggio sull’altra riva, attraverso la quale il visitatore assimila la necessità di compiere un ultimo sforzo per raggiungere l’obiettivo prefissato, dopo aver fatto un bilancio di tutto ciò che si è vissuto finora.

La mostra si conclude con una sezione dedicata al passaggio sull’altra riva, attraverso la quale il visitatore assimila la necessità di compiere un ultimo sforzo per raggiungere l’obiettivo prefissato, dopo aver fatto un bilancio di tutto ciò che si è vissuto finora.

Hai qualche suggerimento o desideri portare la tua esperienza? Lasciami un commento!

Benvenuto! 🙂

L’ultimo articolo pubblicato è:

Black friday Amazon le migliori offerte per il trekking.

Leggi

 

error: Il contenuto è protetto e non puoi copiarlo. Se sei interessato a un contenuto contattami.