La meditazione camminata: cos’è e come praticarla

Facebook
WhatsApp
Telegram
Stampa

La meditazione camminata, o anche conosciuta come camminata meditativa o mindfulness in cammino, è una pratica che consiste nel prestare attenzione al momento presente durante una passeggiata o una camminata. È una forma di meditazione attiva che può essere praticata in qualsiasi luogo, sia in ambienti naturali che in città.

La pratica della meditazione camminata può essere eseguita in qualsiasi luogo, sia in un ambiente naturale che in città. L’importante è che ci sia uno spazio dove sia possibile camminare senza distrazioni eccessive.

I benefici della meditazione camminata

Le ricerche hanno dimostrato che la meditazione camminata o mindfulness in cammino può avere molti benefici per la salute mentale e fisica. Ecco alcuni dei risultati delle principali ricerche su questa pratica:

  1. Miglioramento della salute mentale: la meditazione camminata si è rivelata efficace nel ridurre la depressione e l’ansia. In particolare, la meditazione camminata basata sul buddismo ha mostrato significative riduzioni dei punteggi depressivi, indicando il suo potenziale per migliorare la salute mentale e il benessere emotivo (Prakhinkit et al., 2014) .
  2. Salute fisica: gli studi hanno dimostrato che la meditazione camminata può migliorare il fitness funzionale, inclusa la forza muscolare, la flessibilità, l’agilità, l’equilibrio dinamico e la resistenza cardio-respiratoria. Questi miglioramenti sono paragonabili a quelli ottenuti attraverso programmi di camminata tradizionali, con il beneficio aggiunto di un miglioramento della reattività vascolare e riduzioni dei marcatori fisiologici dello stress (Prakhinkit et al., 2014) .
  3. Benefici neurologici: la ricerca che esplora gli effetti della meditazione seduta e camminata sull’attività cerebrale ha trovato differenze nei segnali EEG, suggerendo che le pratiche meditative, inclusa la meditazione camminata, possono influenzare l’attività cerebrale in modi che riflettono stati mentali e funzioni cognitive migliorati (Huang et al., 2019) .
  4. Supporto alla pratica della consapevolezza: gli studi hanno mostrato che la meditazione camminata può essere un modo efficace per praticare la mindfulness, aiutando i partecipanti a mantenere il focus e la consapevolezza nel momento presente. Ciò suggerisce benefici per coloro che cercano di potenziare le loro pratiche di mindfulness come parte di un approccio più ampio alla salute mentale e al benessere ( Cochrane et al., 2021 ) .
  5. Gestione delle malattie: la meditazione camminata ha mostrato effetti positivi nella gestione delle malattie, inclusi miglioramenti nel controllo glicemico e nella funzione vascolare in pazienti con diabete di tipo 2, suggerendo il suo potenziale come terapia complementare per la gestione di condizioni croniche (Gainey et al., 2016) .

La meditazione camminata può essere praticata da persone di tutte le età e di qualsiasi livello di fitness, rendendola un’opzione accessibile e praticabile per molti.

Come praticare la meditazione camminata

Per praticare la mindfulness in cammino, basta seguire alcuni semplici passi:

  1. Trova un luogo tranquillo dove camminare e mettiti comodo. Indossa abiti comodi e scarpe adatte alla camminata.
  2. Inizia a camminare lentamente, prestando attenzione a ogni passo che fai. Nota come il tuo corpo si muove e come si sente il tuo respiro.
  3. Non giudicare o valutare nulla durante la camminata. Accetta ogni pensiero o emozione che emerge senza aggrapparti ad essi.
  4. Presta attenzione ai tuoi sensi e a ciò che ti circonda. Osserva i colori, i suoni, gli odori e le sensazioni che percepisci durante la camminata.
  5. Se ti distrai, torna a prestare attenzione al respiro e ai passi. Non preoccuparti se ti distrai spesso, è normale all’inizio. Con il tempo, diventerà sempre più facile rimanere presenti.

La pratica della mindfulness in cammino può aiutare a ridurre lo stress, a migliorare la concentrazione e a promuovere una maggiore consapevolezza del proprio corpo e dei propri pensieri. Inoltre, può essere un modo per prendersi cura di se stessi e di ritrovare l’armonia interiore.

Può essere utile iniziare con camminate di breve durata e aumentare gradualmente la durata man mano che ci si sente più a proprio agio. È anche possibile praticare la mindfulness in cammino in compagnia di un amico o di un gruppo, condividendo le proprie osservazioni e le proprie esperienze.

Inoltre, la pratica della mindfulness in cammino può essere integrata con altre forme di meditazione, come la respirazione consapevole o la meditazione seduta. In questo modo, si può sperimentare una maggiore profondità e consapevolezza durante la camminata.

Audio guida per iniziare a praticare la meditazione in cammino

Per chi desidera approfondire e provare la meditazione in cammino è possibile utilizzare questa guida del dott.Paolo Zandomeneghi , psicoterapeuta ed esperto in mindfulness.

Le informazioni su questo sito sono gratuite!

Aiutaci a mantenerlo aggiornato e sostienici acquistando il Manuale del Cammino di Santiago.
Una pubblicazione cartacea con tutte le informazioni di questo sito e oltre. 

Altri articoli