NOTA: questo articolo è una traduzione dell’articolo in lingua originale e rappresenta opinioni o considerazioni dell’autore dell’articolo originale.

La Galizia è immersa nei preparativi per il suo nuovo anno giubilare. Il Xacobeo 2021 è presentato come la grande speranza per il Camino de Santiago per recuperare una certa normalità dopo il taglio che ha significato la pandemia. Inoltre, Papa Francesco l’ha prolungato fino al 2022. Decisioni uniche per tempi incerti.

Luis Santamaría del Rio, membro di @infories e direttore di @oropel_org, ha passato anni a smascherare e mettere in guardia dalla proliferazione di sette che usano l’esotico e il fascino dell’esoterismo e dei proclami New Age per attirare seguaci in tutti i canali e le formule immaginabili. Anche sul Camino de Santiago. In un recente articolo, ho avvertito dell’esistenza di un gruppo particolare, “Ordine del Tempio della Gerusalemme Celeste“, con più di 15 anni di attrazione di seguaci attraverso ciò che chiamano la Via Universale.

Camino Universal, un appuntamento annuale con il Cammino di Santiago

Allo stesso tempo di ogni Xacobeo, si moltiplicano le offerte di pellegrinaggio, religioso o laico, e le proposte di svago. Questa effervescenza aiuta a camuffare tutti i tipi di iniziative che si basano in un modo o nell’altro sullo spirituale, e come spiega Santamaría, quasi sempre legate all’esoterismo che è sempre stato associato al cammino di Santiago. Anche se la maggior parte di loro ha un obiettivo innocuo, è stato anche notato che alcune sette approfittano del momento per aumentare le loro reti di reclutamento.

Tra queste sette, Santamaria mette l’accento sul gruppo Camino Universal, che da quindici anni organizza ogni estate quello che chiamano Camino Universal Santiago de Compostela. Vendono la loro iniziativa come “una marcia iniziatica di ascensione, una ricerca di coscienza e liberazione verso la fonte originale”, che dura 5 giorni e che ha cinque percorsi a cui ogni persona si iscrive secondo la “via” che preferisce. Un Cammino di Santiago di Compostela diverso da quello ortodosso.

Sulla loro pagina di reclutamento mostrano la storia delle chiamate completate con successo. Anche nel 2020 sono riusciti a mantenere l’evento, nonostante le restrizioni. In ognuno dei percorsi informano sul percorso che fanno per arrivare a Santiago de Compostela. Naturalmente, pubblicano immagini delle edizioni precedenti per convincere i potenziali utenti che sono solo un normale gruppo di persone che viaggiano insieme e vivono un’esperienza di gruppo.

Ecco come le sette come Camino Universal ti “catturano”

Il reclutamento avviene immediatamente mentre sono sul Cammino di Santiago? I culti sono organizzazioni pazienti che sanno individuare il momento giusto per rivelarsi. Non si presentano mai come organizzazioni religiose, ma come un gruppo indipendente o, come in questo caso, sotto il mantello di un’associazione legalmente costituita.

“Usano entità di copertura che li aiutano a muoversi nella società senza destare sospetti, e quindi essere in grado di attirare persone interessate a certi temi e attività per, in una fase successiva, proporre ad alcuni di loro di fare un passo avanti e unirsi a un gruppo speciale”, spiega Luis Santamaría.

Oltre a utilizzare i limiti della legalità, si rivolgono a enti pubblici (consigli comunali, deputazioni) e aziende private (che chiamano collaboratori) per sostenere economicamente la loro attività e permetterla. Questo giornale ha contattato gli enti pubblici per verificare il loro grado di conoscenza della realtà sottostante a questo tipo di gruppi che sponsorizzano. Nessuno di loro ha riconosciuto Camino Universal come una setta, ma ne parla come un’associazione culturale. Nella maggior parte dei casi, la loro relazione si limita a fornire un riparo e ad accoglierli nel loro particolare percorso del ‘Camino de Santiago de Compostela’. “Le sette approfittano della confusione e della mancanza d’informazione, e le corporazioni locali, come altre amministrazioni pubbliche, cadono nella trappola, collaborando con qualcosa che suona così bene e sembra così bello”, riconosce Santamaria.

“Ciò che le amministrazioni dovrebbero esigere è la trasparenza delle associazioni e facilitare la pubblicità dei dati dei registri ufficiali delle associazioni, affinché tutti i cittadini possano conoscere i loro dati principali e chi ci sono dietro”, insiste Luis Santamaría.

Persone sensibili e/o vulnerabili

Purtroppo, il caso di Camino Universal non è l’unico che sfrutta l’attrazione generata dal Camino de Santiago, anche se la loro modalità di reclutamento è molto simile: “Si tratta di gruppi esoterici che propongono una lettura “alternativa” del Camino de Santiago in chiave magica o occulta. In questo modo possono attirare tante persone che fanno il pellegrinaggio con uno scopo di ricerca spirituale o per fare una sosta nella loro vita e pensare alle cose. Possono trovare persone particolarmente sensibili e vulnerabili, che sono molto ricettive a un messaggio di liberazione e salvezza”, dice Santamaria.

Oltre alla Via Universale, questa particolare setta opera sotto altri nomi come la casa editrice Mercia du Lac, l’accademia di meditazione Meditatoday e l’associazione di arti marziali Kin-Jo. In precedenza avrebbe usato l’ombrello legale dell’Organizzazione Internazionale del Cammino di Intesa in Spagna (OIVEE). macos/deepLFree.translatedWithDeepL.text

Leggi anche: