Cammino di Santiago: le statistiche di ottobre 2018
Novembre 8, 2018
La “truffa” delle finte frecce sul cammino di Santiago
Novembre 16, 2018
albergue italiani sul cammino di santiago

Durante il cammino francese nel 2016 mi è capitato di sostare totalmente per caso (in quell’anno sono partito totalmente senza informazioni né guide, così come sempre 🙂 ) in due albergues gestiti da italiani. Se conoscete altri albergues presenti sui vari cammini gestiti da italiani, segnalamelo nei commenti! – Aggiornamento – Grazie a segnalazione degli utenti, indico altri 2 albergues gestiti da italiani.

A Saint Jean Pied de Port – Gîte La Vita è Bella, ostello privato.

A Palas de Rei – Albergue A Casina di Marcello, ostello privato.

A Itero del Castillo, nel comune della Comunità autonoma di Castiglia e León, in mezzo alla campagna c ’è il fantastico albergue San Nicolàs (Ermita di San Nicolás di Puente Fitero) albergue san nicola cammino di santiagogestito dal Centro italiano di Studi Compostellani di Perugia.

Leggi anche  Cammino di Santiago, chiusura invernale Col del Leopeder: la prima tappa alternativa

Si tratta di una pieve (una chiesa con battistero) che mantiene la vera tradizione del cammino e accoglie fino a 12 pellegrini ai quali viene chiesta un’offerta libera.

La sera, l’hospitalero compie il rito del lavaggio dei piedi a tutti i pellegrini, mentre cena e colazione di consumano insieme al lume di candele.

La struttura infatti è priva di energia elettrica. Tuttavia, nella struttura adiacente sono presenti i 12 letti con docce e bagni, il tutto dotato di elettricità.

 

albergue san bruno cammino di santiagoMoratinos, un piccolissimo comune di 79 abitanti situato nella comunità autonoma di Castiglia e León, è una tappa intermedia sul cammino francese si trova l’Hospital San Bruno.

Leggi anche  Black friday Amazon: le migliori offerte per il trekking

Si tratta di un ostello privato gestito da un italiano, Bruno, che accoglie i pellegrini con un’ottima carbonara.

Ho avuto modo di sostare nel cammino fatto nel 2016 e la location è davvero stupenda. Un maso sistemato con anni di sacrificio da Bruno, il gestore che anni fa ha deciso di fare la scelta di lasciare l’Italia per intraprendere questa nuova attività.

Se siete a conoscenza di altri albergues sui vari cammini gestiti da italiani, fatemelo sapere nei commenti! Grazie 🙂

 

Sostienimi votando questa pagina

Hai qualche suggerimento o desideri portare la tua esperienza? Lasciami un commento!

Seguimi
Instagram
Facebook
Hai Telegram? Unisciti al canale!
error: Il contenuto è protetto e non puoi copiarlo. Se sei interessato a un contenuto contattami.