La Porta Santa della Cattedrale di Santiago de Compostela è stata aperta il 31 dicembre alle ore 17:00 senza pellegrini da accogliere. Inizia così ufficialmente l’anno Santo Giacobeo (Xacobeo 2021) ed esteso eccezionalmente per tutto il 2022 da Papa Francesco.

Ecco le immagini dell’apertura della Porta Santa:

Più di un decennio in attesa di un anno santo Giacobeo (è l’anno il cui la festa di san Giacomo, che ricorre il 25 luglio, cade di domenica. Tale ricorrenza si verifica con una cadenza regolare di 6, 5, 6 e 11 anni.)

Cosa succede nell’anno Santo Giacobeo

Il Giubileo di Santiago viene inaugurato con l’apertura della Porta Santa della Cattedrale di San Giacomo la sera del 31 dicembre dell’anno precedente.

Come un simbolo della fatica del Cammino, l’arcivescovo di Santiago colpisce con un martello d’argento tre volte dall’esterno il muro che chiude l’accesso alla Cattedrale di Santiago che rimarrà aperta per i 12 mesi successivi e sarà la porta di ingresso che i pellegrini utilizzeranno per entrare nella cattedrale.

Estensione anno Santo fino al 2022

Il Papa ha concesso ufficialmente l’estensione di Xacobeo fino al 2022 a causa delle circostanze della pandemia Covid-19. Il Nunzio Apostolico ha letto il decreto al termine degli atti religiosi di apertura della Porta Santa.

Questa è stata una richiesta unanime della Galizia, guidata dall’Arcivescovo di Santiago prima di Roma, nonché dalla Xunta e dal Concello, per facilitare la presenza a Santiago di pellegrini e visitatori una volta superata la pandemia. L’arcivescovo, Julián Barrio, ha ringraziato il Papa, alla fine degli atti religiosi, per il prolungamento dell’anno santo, che per la prima volta durerà due anni invece di uno.

Il successo del Cammino di Santiago, che batteva costantemente i record, ha portato alla previsione di un 2021 senza precedenti, ma il coronavirus è arrivato e il quadro del 31 dicembre a A Quintana sarà senza precedenti.

Non arriverà nessun pellegrino, sarà invitato solo un numero limitato di prelati e la cerimonia sarà trasmessa a un piccolo numero di fedeli che potranno vederla su uno schermo dal chiostro della cattedrale.


Tra la pandemia e i lavori di restauro della cattedrale, niente sarà più come prima.

Alla cerimonia di apertura, l’arcivescovo Julián Barrio colpirà la Porta Santa con un martello d’argento e quercia donato da una coppia tedesca, e la aprirà con una chiave unica con una conchiglia intagliata nel manico.

Ma la demolizione del muro interno che lo ha sigillato tra gli anni del Giubileo non avrà luogo, perché questa volta non è mai stato costruito. Una decisione presa nel 2003, quando è stata presentata una nuova porta in bronzo, opera dello scultore di Compostela, Suso León.

Nel 2010, però, le pietre che lo ricoprivano sono state ricollocate nelle ore precedenti l’inaugurazione dell’Anno Santo, ripetendo la tradizione secondo cui, mentre l’Arcivescovo, da A Quintana, compieva l’atto simbolico di bussare alla porta con il martello d’argento, alcuni operai, dall’interno, abbattevano il muro.

Alla fine del 2015, in occasione dello straordinario Anno della Misericordia giubilare, il muro non è più stato innalzato e ora, di fronte alla necessità di rispettare un restauro senza precedenti – questo venerdì si prevede di mostrarlo al pubblico in tutto il suo splendore – e di rispettare i vincoli sanitari, una tradizione che non potrà mai essere recuperata, come quella di accendere i fuochi dell’Apostolo sulla facciata del monumento.
L’abbraccio dell’Apostolo sarà recuperato quando la crisi sanitaria lo permetterà. Infatti, non appena saranno apportati gli ultimi ritocchi all’interno del tempio, la cattedrale riaprirà al pubblico dopo mesi di chiusura per i lavori.

L’apertura della Porta Santa della Cattedrale

Il momento dell’apertura della porta Santa:

Il video completo di tutta la cerimonia:

Il botafumeiro in funzione

Il botafumeiro impregnerà ancora una volta le navate di pietra scintillanti di incenso. Senza pellegrini, ma con i compiaciuti abitanti di Compostela come testimoni dell’inizio di un anno santo pieno di incognite. Come la vita stessa.

Leggi anche: