Non puoi copiare i contenuti! Se hai bisogno di qualcosa, chiedimi :)

Statistiche e dati sul Cammino di Santiago Maggio 2018
Giugno 15, 2018
prevenire e curare le vesciche
Cammino di Santiago: come prevenire e curare le vesciche ai piedi
Luglio 9, 2018
cattedrale santiago

Come espongo nella pagina dedicata a come organizzazione del cammino di Santiago,per prima cosa occorre valutare il tempo a disposizione.

Considera che il primo giorno e l’ultimo giorno dovranno essere esclusi dal cammino per permettervi di raggiungere il punto di partenza dall’aeroporto in Spagna ed organizzare il ritorno in Italia.

Altra cosa da decidere è quale cammino intraprendere tra i percorsi che arrivano a Santiago e decidere il punto di partenza in base ai giorni a disposizione.

Personalmente, quando non ho avuto la possibilità di fare il cammino dall’inizio (anche se in realtà un vero e proprio inizio non esiste!), sono partito dal principio per poi proseguire da dove l’ho lasciato in un secondo momento.

Ci sono molti pellegrini infatti che dividono il cammino in più parti cominciando dall’inizio; nei miei cammini ho conosciuto persone che lo hanno fatto in tre anni per esempio, ma è una scelta del tutto personale.

Per entrare subito nello spirito del cammino, è utile conoscere la storia del cammino e cominciare a preparare il materiale e l’attrezzatura di cui hai bisogno.

Se vuoi avere poi un po’ di informazioni utili e curiosità, ho aperto una sezione dedicata alla domande e risposte.

I punti fondamentali per organizzare il cammino:

  1. scegli il periodo migliore;

  2. scegli quale cammino fare;

  3. verifica da dove partire;

  4. informati su come raggiungere la prima tappa;

  5. prepara l’equipaggiamento;

  6. procurati la credenziale.

 

Lascia il tuo indirizzo mail per riceve gli aggiornamenti alla guida!